COME SCEGLIERE LA COLONNA SONORA PER I VIDEO - Il Suono del Videomaker



Hai appena realizzato un video o vuoi realizzare il tuo cortometraggio, e ora che il tuo progetto sta prendendo forma manca una cosa fondamentale: la musica!


Sei in fase di montaggio, e non puoi certo fare a meno della musica per completare al meglio questa lunga ed elaborata fase di produzione.

Tutto il comparto sonoro (musica, dialoghi, foley, effetti, ecc) devono avanzare a pari passo con il video, anzi, l’audio è un elemento molto più determinante della color correction a cui stai lavorando, o della qualità dell’immagine stessa.


Sapevi che la colonna sonora e l’audio incidono al 70% sul progetto audiovisivo?

E che un video con un’immagine non perfetta ma un ottimo audio è di gran lunga preferibile rispetto al contrario?

Bene, sono sicuro che hai capito che l’audio non va assolutamente sottovalutato, e che più ci sarà cura in questo aspetto più avrai un’opera professionale tra le tue mani.


UNA DOVEROSA PREMESSA

Penso (e spero) che questa premessa sia rivolta a chi si è addentrato da poco nel mondo del cinema o videomaking professionale (e anche non), e che, al contrario, per chi è già da più tempo in questo settore quello che sto per dire risulti scontato:

ogni brano musicale (come ogni immagine, foto, video ecc.) è di proprietà di chi l’ha realizzato.

Senza dilungarmi in ulteriori precisazioni, NON si può scaricare da internet (YouTube, Facebook, Soundcloud e via dicendo) un pezzo musicale e metterlo su di un video senza alcun permesso, perché si sta violando un diritto d’autore, che, oltre una questione etica, è una cosa illegale.

Quindi, a meno che il libero sfruttamento non sia chiaramente specificato dall’autore o dal distributore, l’utilizzo della musica si effettua sempre previo permesso o licenza di chi detiene i diritti.


Questo chiarimento va a beneficio sia di chi realizza la musica, a cui viene riconosciuto un credito e una retribuzione (a seconda degli accordi), ma anche di chi realizza il video, perché:

- Avrai un materiale qualitativamente migliore (la musica scaricata da internet spesso e volentieri ha una bassissima qualità di codifica)

- Devi tener conto che le piattaforme web di condivisione video come YouTube ecc. hanno sistemi molto sofisticati come il Content ID, che bloccano, demonetizzano e limitano i video che contengono contenuti senza licenze.

Inoltre, se stai realizzando un cortometraggio e hai intenzione di iscrivere la tua opera a festival di cinema, dovrai stare molto attento che ogni materiale creativo utilizzato al suo interno sia di tua proprietà, o che tu ne abbia la licenza per poter utilizzarlo.


COME FACCIO A SCEGLIERE LA MIGLIOR COLONNA SONORA PER LA MIA OPERA?

Avrai sicuramente sentito parlare di alcuni servizi che si trovano sul web come Audiojungle, Artlist.io, PremiumBeat, Audio Network, EpidemicSound e via dicendo; sono tutte piattaforme che offrono la possibilità di acquistare tracce che vengono concesse royalty free, ossia con diritto di utilizzo senza limiti di tempo e con limitate restrizioni, pagando una cifra iniziale per avere la licenza.

Le tracce variano di prezzo a seconda di quale licenza ti serve e in base alla destinazione del tuo lavoro (le licenze sono catalogate a seconda di quanto pubblico potenzialmente ascolterà la musica inserita nel video, ad esempio una singola traccia potrà costare dai 15/20$ per la licenza base, fino oltre 240$ per la licenza per broadcast televisivi e film).

La qualità artistica e tecnica delle composizioni che trovi all'interno di questi portali è molto varia, a seconda della piattaforma (e dell'artista) cui stai cercando: dovrai avere pazienza e tempo per ricercare la traccia che si addice meglio al tuo lavoro.

Questi servizi sono sicuramente comodi e hanno cataloghi ampi, ma non sempre offrono quello che si sta cercando, specie se si vuole che la musica valorizzi al 100% quello che sta succedendo nelle immagini.

Per questo motivo voglio parlarti dei vantaggi nel scegliere un compositore che lavori alla realizzazione della tua colonna sonora.


Prima di continuare a leggere, seguimi su Instagram!


PERCHÈ È MEGLIO AVERE UN COMPOSITORE/ARTISTA CHE LAVORI APPOSITAMENTE ALLA MUSICA?

In quest’era sempre più pervasa dal “social” e dal realizzare tutto via web ci dimentichiamo che nell’arte il rapporto umano ha un fattore fondamentale e lo scambio di idee arricchisce non poco il lavoro finale.

Sicuramente il contatto diretto con chi scrive la musica per il tuo progetto ti darà modo di avere una musica “fatta su misura” per le tue immagini, con la cura per i dettagli che vuoi e pretendi per la tua opera.

Pensa solo ai punti di sync, ad uno stacco, ad un crescendo di tensione, all’atmosfera che solo la musica può ricreare in certe situazioni, e che solo un compositore che la sta scrivendo per le tue immagini sa dove, come, e in quale momento far arrivare allo spettatore l’emozione giusta.

Per non parlare naturalmente che il rapporto regista/videomaker-compositore dà modo di apportare modifiche al lavoro, e di arrivare esattamente al risultato che vuoi ottenere.



Inoltre prima abbiamo parlato anche di altri elementi che compongono l’audio al di là della musica:

se stai realizzando un cortometraggio o hai delle riprese che contengono attori o persone che parlano, sai a chi rivolgerti per sistemare e curare i dialoghi?

E il sound design? Il foley? Gli effetti sonori?

Al giorno d’oggi, una persona che lavora in un settore non esegue più solamente un compito ma è sempre più “multitasking”, e il compositore 2.0 è preparato anche per realizzare il “cofanetto finale” del sonoro, o qualora non sia lui stesso a realizzarlo, capita spesso che abbia un team o conosca una persona di fiducia specializzata che si occupi, sotto la sua supervisione, di tutto quel che riguarda la post produzione audio.

Se stai pensando “ma tanto gli effetti li metto io, prendo un suono qua, un suono là, un’esplosione trovata su internet e il vento della suite di suoni di Final Cut”, ti informo che non sarà l’idea migliore se vorrai che il tuo prodotto sia percepito come professionale.

Ci sono tantissime cose a cui fare attenzione in post produzione audio: i livelli di loudness, il bilanciamento, la pulizia dei suoni, tutte cose che richiedono una preparazione tecnica specifica.


Ricordati che il valore del tuo lavoro in qualità di regista/filmaker sarà messo molto più in risalto se saprai affidare questi fondamentali aspetti alla figura giusta (e che quindi sappia molto bene quello che sta facendo) per portare a termine un ottimo prodotto.


Spero di esserti stato utile! A presto

Andrea



P.S. Qualora tu abbia bisogno di un compositore che scriva le musiche per il tuo progetto, puoi sempre inviarmi la tua richiesta cliccando sul pianoforte che trovi qui sotto!




Compositore / Pianista / Producer
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icona
  • Grey LinkedIn Icon
  • Grey YouTube Icona
Iscriviti alla Newsletter!

SITEMAP - 

© 2017-2020 - all right reserved.  Privacy Policy